L’importanza della stimolazione per i cuccioli

L’importanza della stimolazione per i cuccioli

Aprile 22, 2018 Cuccioli 0

 

E’ comprovato che i cuccioli sottoposti a deprivazione sensoriale – pochi stimoli, ambiente asettico ecc., risultano meno intelligenti, reattivi e con minori capacità di adattamento dei cuccioli vissuti in un ambiente ricco di stimoli.

Ecco perché é molto importante per i cani appena nati la stimolazione neurologica che permette a ogni cucciolo, già da pochi giorni dopo la nascita, di reagire a particolari stimolazioni esterne.
La stimolazione sensoriale neonatale – procurata con attenzione nel primo periodo di vita prevede di creare “ brevissime forme di micro stress” – soprattutto attraverso piccoli movimenti e minime variazioni di temperatura – affinché il cucciolo possa adeguarsi ad interagire con naturalezza in un ambiente complesso.
Un accurato programma di stimolazioni portano ad ottenere soggetti più predisposti alla socializzazione, con un’ottima personalità durante la crescita, maggiore disponibilità ad apprendere e maggiore sicurezza nella vita.

I soggetti coinvolti nella stimolazione si rendono più inclini a sviluppare la comunicazione con l’uomo, avendo l’esperienza infantile di un vera e propria collaborazione con esso, uno scambio di sensazioni che anticipa la complicità che da adulti si può trasformare in una vera e propria partnership, in particolare quando vengono messe in gioco le motivazioni insite nell’indole del Cane, quale ad esempio la motivazione collaborativa tipica dei Beauceron. Il programma di progressive stimolazioni sensoriali porta il cane ad assumere una certa sicurezza in se stesso (ove la sicurezza si considera strettamente legata alla consapevolezza di sapersela cavare in situazioni anomale) e quindi a cani più sereni e felici, adattabili e sicuri

Con Amelie inizia questo programma di stimolazione sensoriale già quando i cuccioli sono nel grembo materno poiché è scientificamente provato che le interazioni tra la madre e i feti, tra i feti e l’ambiente esterno e tra i feti stessi inizia già durante lo stato embrionale grazie alle loro competenze sensoriali gia’ predisposte.

E’ Importante sottolineare anche che la mamma sia in uno stato emotivo sereno e rilassato per poter passare ai cuccioli tranquillità Questo apprendimento prosegue fino allo stadio di socializzazione (dai 25 giorni ai 2 mesi e mezzo) che rappresenta il periodo più importante per lo sviluppo sociale del cucciolo e aumentano, sopratutto sotto forma di gioco, i suoi rapporti con altri cani, con l’ambiente circostante e con gli esseri umani. Sottoponendo i cuccioli in età neonatale a specifiche stimolazioni di pochi secondi, si migliora la salute, la resistenza alle malattie e la gestione dello stress da adulto con notevoli benefici per tutta la loro vita.

 

 

Programma Senso Puppy
I cinque esercizi che vengono fatti sui cuccioli da 3 a 16 giorni vengono eseguiti solo una volta al giorno e per un periodo di 3-5 secondi ciascuno.

  •  Il primo esercizio è quello di stimolare la zampa del cucciolo tra le dita utilizzando qualcosa di morbido come un batuffolo di cotone.
  • Il secondo esercizio consiste nel tenere il cucciolo eretto con la testa perpendicolare al terreno sempre per un tempo di 3-5 secondi.
  • Il terzo esercizio prevede di mantenere la testa del cucciolo rivolta verso il basso.
  • Il quarto esercizio consiste nel cullare il viso del cucciolo tenendolo tra nelle mani tenendo il cucciolo in posizione supina.
  • Il quinto esercizio è quello di mettere il cucciolo in posizione prona (a pancia in giù) su di un panno umido fresco.

 

Benefici della stimolazione neurologica
Il programma Sensopuppy migliora lo sviluppo dei sistemi neurologici del cucciolo grazie alla stimolazione precoce e come risultato ne consegue un beneficio per tutta la vita del cane:

  • miglioramento delle prestazioni cardiovascolari
  • battiti cardiaci più forti
  • ghiandole surrenali più forti
  • maggiore tolleranza allo stress ambientale
  • maggiore durata della vita e resistenza alle malattie
  • migliori prestazioni atletiche

 

Questo “periodo critico” è importantissimo per poter sviluppare un comportamento equilibrato ed è il riflesso della sua risposta agli stimoli cui viene sottoposto in ogni fase di crescita (maturazione fisica e psichica). L’ambiente e gli stimoli esterni influenzano profondamente la formazione delle interconnessioni neurali. Questa momento sensibile, in cui il cucciolo è più “recettivo” alle stimolazioni esterne, coinvolge un periodo che inizia al terzo giorno di vita e dura fino al sedicesimo giorno.

Questo programma di stimolazione iniziale dovrebbe sempre seguire un programma di “arricchimento ambientale” che consista nel presentare al cucciolo una serie di esperienze e di situazioni interessanti e sempre nuove, dandogli l’opportunità di interagire liberamente con ognuna di esse ovviamente calibrando in modo corretto tutte le nuove esperienze per ogni cucciolo in modo da andare a lavorare sempre sulle emozioni positive e mai con emozioni negative e frustrazione.
La base scientifica di questa affermazione prende il nome di “stabilizzazione selettiva”: a partire dalla prima settimana i neuroni che erano stati prodotti in eccesso iniziano a degenerare, se non stimolati.

In altre parole potremmo dire che nel nostro cervello quello che non viene utilizzato viene eliminato.

Di conseguenza l’esperienza di arricchimento ambientale non ha una data di inizio o di scadenza preferenziale ma deve continuare progressivamente per tutta la vita del cane.

Cosa vuol dire arricchimento ambientale, sicuramente per cani nati e allevati in casa (se non isolati) è tutto più facile perché impareranno già a conoscere dei rumori quali aspirapolvere, phon, forno, sveglie, macchine ecc. unito a ciò verranno proposti nel pieno rispetto dei cani e della loro velocità di apprendimento oggetti nuovi con superfici diverse, consistenze diverse che loro saranno liberi di esplorare con il loro corpo sempre supervisionati da persone competenti. Conosceranno persone nuove, adulti bambini, anziani e verso il 45 gg verranno messi a contatto con cani facente parte a razze diverse per arricchire anche qui il loro bagaglio esperienziale.

 

Stefania Mazzoleni (Educatrice Cinofila)

 

Lascia un commento