Chi Siamo

Abbiamo due femmine di Pastori della Beauce, Amélie e Louise, che arrivano dall’allevamento Des Gardiens de Rome (Roma).

Fare gli allevatori è un lavoro serio, importante e comporta una profonda conoscenza cinofila che si costruisce professionalmente con gli anni.
Proprio per questo ci affidiamo e ci facciamo consigliare da professionisti che, oltre all’esperienza, possono metterci a disposizione la loro attenzione e preparazione permettendoci così di darci l’opportunità di fare solo cucciolate selezionate che saranno poche e rare, anche perché non ci riteniamo allevatori, ma la gioia che ci da nel vedere crescere i nostri cuccioli ci fa “sopportare” anche la grande fatica che questo comporta.

Abbiamo ovviamente una grande passione per questa razza e un grande amore per gli animali in genere.
Per ciò che facciamo ci pregiamo dell’aiuto e della consulenza di professionisti. I nostri cani ad esempio seguono un regime alimentare a crudo, per questo vengono seguiti da un Medico Veterinario, Dott.ssa Ilaria Magnelli naturopata ed esperta in alimentazione, che segue le diete delle nostre femmine da sempre, sia per quanto riguarda la dieta quotidiana, che durante la gravidanza e nello svezzamento dei cuccioli.

Per la parte diagnostica ci appoggiamo all’amico Veterinario Dott. Davide Spoldi col quale ci conosciamo da moltissimi anni ed abbiamo instaurato un rapporto di fiducia e stima reciproca.
Naturalmente ci interessa seguire anche la crescita dal punto di vista educativo, per questo abbiamo la fortuna di avere due cari amici Ivano Vitalini (istruttore cinofilo) e Stefania Mazzoleni (educatrice cinofila) che ci permettono di lavorare con i nostri cani dando loro l’opportunità di crescere in modo stabile ed armonico. Amélie e Louise des Gardiens de Rome partecipano inoltre alle expo canine, con ottimi risultati e svolgono attività di lavoro sulle pecore (hanno tutte e due ottenuto il CANT) e percorsi di ricerca.  Per un certo periodo Amélie ha fatto attività di utilità e difesa.

Insomma noi viviamo i nostri cani e i nostri cani vivono noi!

“Dei Fontana” è quindi una scelta di passione, amore e rispetto per i componenti della nostra famiglia, non siamo riconosciuti come allevatori né dall’Enci, né dalla FCI, ma non consideriamo questo un limite. Crediamo fermamente che la nostra “forza” stia nella passione, nell’attenzione e cura che mettiamo nella gestione dei cani e della loro prole, nell’aver scelto di “collaborare” con persone competenti, che hanno grande esperienza e soprattutto grande cuore cosa che risponde a quelli che sono i nostri principi etici e morali.  Abbiamo un nostro stile che cerchiamo di portare avanti con serietà. I nostri cani ad esempio partecipano a tutte le attività del nostro quotidiano, vengono con noi sul posto di lavoro, come professione ci occupiamo di educazione e lavoriamo in un Centro Diurno per persone con disabilità, sia Amélie che Louise hanno vissuto questo luogo sin da cucciole, una vera “scuola di socializzazione” per le nostre “fanciulle” che sono state in grado con le loro caratteristiche caratteriali di ricambiare ampiamente.

Nella gestione della cucciolata costruiamo sin da subito le opportunità per trasferire ai nostri “nipotini” l’occasione di fare esperienze che permettano loro di crescere in modo equilibrato e di esplorare il mondo senza subirne traumi. All’interno del sito troverete alcuni articoli di amici che per professione si occupano di educazione del cane e un’area dedicata all’alimentazione con il contributo di Ilaria.

Nel sito ci auguriamo di riuscire a trasmettervi l’amore per questa splendida razza e di farvi “sentire” il grande lavoro che sta dietro alla gestione amatoriale/professionale di una cucciolata. E’ un impegno importante che va gestito con attenzione, tempo ma soprattutto con grande dedizione. Tutto ciò nasce da noi in primis ma anche dall’aver avuto l’opportunità di conoscere persone che da moltissimi anni si occupano in modo serio di cinofilia e che hanno avuto la voglia di trasmetterci alcuni “segreti” per far crescere al meglio una “banda di teppistelli” che sanno mettere a dura prova ma che sanno regalare meravigliose sorprese.

Abbiamo preso questi suggerimenti, gli abbiamo fatti nostri e in alcuni casi adattati alle nostre esigenze.
I nostri cuccioli nascono in casa, hanno uno spazio a loro dedicato nel primo periodo di vita poi iniziano ad esplorare il mondo senza avere “luoghi proibiti”. Sono sempre seguiti da qualcuno di noi e, mentre lavoriamo, abbiamo la presenza costante di una persona che segue la loro giornata.  Questo ovviamente comporta dei costi ma poco c’importa perché riteniamo sia una responsabilità quella di garantire la maggior cautela possibile alla cucciolata.

Per tutti questi motivi facciamo molta attenzione quando arriva il momento di separarci da loro.

Non diamo i nostri cuccioli a chiunque.
Ci interessa conoscere chi prenderà tra le braccia e accompagnerà lungo la vita il nostro amico. Cerchiamo in tutti i modi di garantirci noi e di garantire soprattutto al cucciolo la possibilità di vivere in un ambiente capace di amarlo e tenerlo con le dovute cure.
Chiediamo la stessa serietà che noi mettiamo per farli crescere e questo è un aspetto che consideriamo fondamentale. Vogliamo sapere e mantenere un rapporto con chi non consideriamo un cliente ma un amico al quale andiamo ad affidare qualcosa di molto prezioso. Tutto ciò non è da confondere come una rigidità ma come qualcosa che crea un legame utile a tutti.

Seguiremo sempre la loro vita e saremo sempre a disposizione del proprietario, per ogni evenienza.

Alcuni punti che riteniamo facciano la differenza:

  • i nostri cuccioli non vengono ceduti prima degli 80 giorni di vita;
  • tutti i nostri cani, compresi i cuccioli, durante lo svezzamento, seguono un’alimentazione a crudo, che ovviamente consigliamo di proseguire per tutta la vita del cane;
  • per evitare possibili incomprensioni abbiamo redatto una “clausola di tutela”* che permetta, sia a noi che al proprietario di avere garanzie nel momento in cui, per svariati motivi, non ci fossero più le condizioni di mantenere il rapporto di convivenza con il cane. In questo caso chiediamo di esserne informati e, nel caso in cui non ci fossero altre soluzioni, di non cedere il cane ad altri se non a noi. Questa clausola è supportata dallo stesso Codice civile che esplicita con chiarezza il valore affettivo da parte dell’allevatore.
  • Garantiamo, ovviamente che nel caso in cui si verificassero problemi di salute riferibili ad una nostra responsabilità (supportata da documentazione medico-veterinaria), la restituzione dei costi affrontati dall’acquirente prevista per legge.

Un sentito ringraziamento lo vogliamo fare alla nostra amica Dott.ssa Nadia Ghibaudo, grazie a lei il Pastore della Beauce, Beauceron o Bas-Rouge è entrato a far parte della nostra vita.

 

 

 

 

 


Clausola tutela
Ai sensi dell’art. 1379 c.c. è fatto divieto alla compratrice di alienare o cedere ad altri il cane avente microchip n.___________ stante l’affetto che lega il venditore allo stesso. Il compratore si impegna, qualora per qualsiasi motivo, decidesse di cedere il cane, sia a titolo oneroso che gratuito, a restituirlo al venditore, nello stato in cui si trova e senza aver diritto ad alcun compenso/risarcimento ovvero restituzione della somma versata al momento dell’acquisto del cane. 
In caso di violazione della presente clausola contrattuale Il compratore, parte inadempiente ai sensi e per gli effetti dell’art. 1382 c.c., dovrà al venditore la somma di euro 2.000,00 a titolo di penale.